L’aiuto è possibile

La soluzione è scegliere con persone competenti il migliore approccio al problema, ed intraprendere un percorso che individui le vere ed effettive cause e le vada a risolvere alla radice. Anni di relazione con tossicodipendenti di tutte le età e posizioni sociali e il continuo studio, hanno portato chi collabora con il centro alla competenza necessaria per poter affrontare e risolvere queste problematiche.

Un operatore insieme con le famiglia e con i ragazzi si occupa di far comprendere le fasi del programma e di indirizzare il ragazzo verso una scelta che non sempre è facile, perchè alterata dalla paura di doversi allontanare da ciò che sembra lo faccia stare bene, quando poi prende visione delle varie fasi del programma, dell’ambiente, dei ragazzi e ragazze con cui svolgerà il programma e conosce il programma da vicino e come si svolge, tutto diventa più semplice.

E’ a questo scopo che siamo sempre disponibili nel dare informazioni, per telefono per e-mail e tramite un colloquio, o a recarci sul posto per illustrare le varie fasi del programma sia alla famiglia che ai ragazzi. Il senso di impotenza che colpisce la famiglia del tossicodipendente aumenta di pari passo con i continui tentativi che essa fa per aiutarlo senza nessuna possibilità di successo. Ne consegue che la sofferenza, oltre che al tossicodipendente stesso, colpisce anche tutte le persone a lui care per i continui fallimenti che esse hanno per cercare di aiutarlo senza risultato. La comunità Narconon Alfiere mette a disposizione delle famiglie, operatori professionisti già nella prima fase di convincimento del tossicodipendente per farlo entrare in comunità.

Quando una persona è depressa o sofferente e il trattamento a cui si sottopone non la fà stare meglio fisicamente,alla fine scoprirà da sola che le droghe rimuovono tali sintomi. In quasi tutti i casi di dolore, di malattie o disturbi psicosomatici, le persone hanno cercato un rimedio al loro disagio. Quando alla fine , scoprono che solo le droghe procurano sollievo, si arrendono e ne diventano dipendenti, spesso fino all’assuefazione.

Da lì il passo è breve, si innesca una continua spirale di menzogne e sistemi per sfuggire al controllo di chi è vicino e a nulla servono litigi o scontri o tentativi di persuasione. La persona nel tentativo di sfuggire al dolore e al disagio continuera a trovare nuovi sistemi e menzogne per procurarsi la propria dose.

La scelta di un programma completo che porti alla luce le reali cause di una dipendenza e che aiuti il soggetto nell’affrontare tutti i passi necessari, questo diventa il primo passo da intraprendere.